[IN DIRETTA] ARTISSIMA 2016, Torino

[IN DIRETTA] ARTISSIMA 2016, Torino

Dal 3 al 6 novembre scorso, Torino ha accolto la 22esima edizione della fiera d’arte contemporanea Artissima, anche quest’anno diretta da Sarah Consulich. All’interno dell’Oval Lingotto, un vasto spazio realizzato per i Giochi Olimpici invernali del 2006, si sono raccolte diverse sezioni: “Main Section”, “New Entries”, “Back to the Future”, “Dialogue”, “Per4am” (dedicato alla performance) e “Present Future”. Ogni sezione è stata rappresentata con coerenza tra i vari stand grazie all’intervento dei curatori invitati, ad un buon numero di gallerie straniere ed anche all’impiego di medium diversi. Artissima ha saputo, quindi, rispondere alle attese di un pubblico alla ricerca di novità, proponendo un’offerta eclettica e di grande qualità, attraverso l’attenta scelta del Comitato di Selezione, quest’anno composto da d’Isabella Bortolozzi, Paola Capata, Guido Costa, Martin McGeown, Pedro Mendes, Gregor Podnar e Jocelyn Wolff.

Ruben Grilo - Artissima 2016
Ruben Grilo – Artissima 2016

In questa edizione di Artissima, è stato favorito l’incontro tra artisti emergenti e artisti più affermati, mescolando gallerie che godono di fama internazionale con altre che hanno fatto il loro primo ingresso nella fiera quest’anno (sezione “New Entries”). Le gallerie emergenti, invece, erano riunite nella sezione “Dialogue”, in cui si potevano scoprire stand monografici, con le opere di un solo artista o stand che raccoglievano i lavori di due o tre artisti, scelti appositamente per la loro capacità di dialogare e di relazionarsi. In questa sezione, non sono mancate diverse gallerie parigine, come Antoine Levi, Samy Abraham, Semiose con i lavori di Amélie Bertrand e 22,48 m2 con le opere di Jean-Baptiste Caron.

Le opere concettuali (stand Bendana | Pinel (Parigi)), Chert Lüdde (Berlino), Sketch (Bogota), …) si alternano con lavori apertamente politici (stand Studio Sales (Roma)), altri onirici (con le opere dell’artista peruviano Matias Duville) ed altri ancora che privilegiano l’incontro tra materiali diversi (come i lavori di Arturo Hernandez Alcazar o di Luca Francesconi). Alcune opere, invece, hanno un’identità “minerale” (con Maria Adele Del Vecchio), altre sorprendono il pubblico (si pensa a Cloud canyons di David Medalla), altre ancora creano un effetto “trompe-l’œil” (What wood do you ? #1 di Katharina Maderthaner), o si avvicinano alla scultura (con un lavoro insolito presentato dalla galleria messicana Curro).

Galerie Curro - Artissima 2016
Galerie Curro – Artissima 2016

Nata nel 1994, negli anni la fiera piemontese ha saputo ampliare l’offerta, portando in Italia ciò che di meglio si possa trovare sulla scena artistica contemporanea a livello internazionale. La qualità non si limita solo allo spazio espositivo, ma esce e si diffonde nella città, sullo stile della FIAC di Parigi con “Hors-les-Murs”. Così, Torino oltre a vantare un ricco patrimonio culturale e la presenza di diverse istituzioni culturali, come fondazioni, musei e gallerie, propone un percorso sull’arte contemporanea in diversi luoghi della città attraverso esposizioni ed installazioni, sia di giorno che di notte. Piazza Palazzo di Città, ad esempio, accoglie il Tappeto Volante di Daniel Buren, mentre Palazzo Saluzzo Paesana ha ospitato il progetto indipendente “Dama”, raccogliendo un gruppo di gallerie per fare interagire le opere dei propri artisti con le sale barocche della location.

Lisa Toubas
Traduzione italiana : Simone Abati

Daniel Buren - Artissima 2016 Turin
Daniel Buren – Artissima 2016 Turin

 

Galerie Drei - Cologne Cédric Eisenring - DAMA - Artissima 2016
Galerie Drei – Cologne
Cédric Eisenring – DAMA – Artissima 2016

 

Piotr Kowalski - Artissima 2016
Piotr Kowalski – Artissima 2016

 

Joseph Kosuth, Zero & Not #14 (Freud séries), 1987 - Artissima 2016
Joseph Kosuth, Zero & Not #14 (Freud séries), 1987 – Artissima 2016

 

Babak Golkar - Artissima 2016
Babak Golkar – Artissima 2016

 

Leggere l’articolo in francese :
[EN DIRECT] ARTISSIMA 2016, Turin

[IN DIRETTA] ARTISSIMA 2016, Torino
Notez cet article



RSS
Facebook
Twitter
LinkedIn